Come capire se hai un disturbo del sonno

disordine del sonno

Lanciare. Girando. A fissare il soffitto. Lancia di nuovo. Girati di nuovo. Accendi la TV. Fai uno spuntino. Combatti con le lenzuola. Ricominciare tutto.



Se hai a che fare con interrotto dormire , questa potrebbe essere la tua routine notturna e potrebbe essere qualcosa di più di quella tazza di caffè in più che hai bevuto alla fine della giornata. In realtà, potresti avere un disturbo del sonno. E a quanto pare, i disturbi del sonno non sono solo fisici: sono considerati dagli esperti come condizioni di salute mentale .

Come fai a sapere se hai un disturbo del sonno? Potrebbero esserci degli indizi nascosti in bella vista.





Tipi di disturbi del sonno

Rachel O'Neill, Ph.D., LPCC-S e terapista del Talkspace, definisce un disturbo del sonno come 'una condizione di salute mentale diagnosticabile in cui un individuo lotta con la capacità di addormentarsi, rimanere addormentato, mantenere un sonno ristoratore o esperienze disturbi legati al sonno. ' Questi disturbi possono includere incubi, terrori notturni e problemi respiratori durante il sonno.

Proprio come i vari tipi di file depressione e ansia che le persone sperimentano, lo stesso vale per i disturbi del sonno. I disturbi del sonno più comuni includono insonnia, disturbi del sonno legati alla respirazione e parasonnie, un'altra parola per sonnambulismo, terrori notturni e altri comportamenti fisici o verbali indesiderati durante il sonno.



Se ti ritrovi sveglio per ore e ore regolarmente, potrebbe essere il momento di incontrare il tuo medico per discutere la possibilità di farlo insonnia , che può includere sintomi di:

  • Problemi ad addormentarsi
  • Problemi a rimanere addormentati
  • Problemi a mantenere un sonno ristoratore

Ti svegli spesso con un russare pesante? O forse il tuo partner ti ha dato di gomito dopo aver sentito un respiro affannoso o interrotto. L'apnea notturna, quando la respirazione si interrompe e inizia ripetutamente, è un esempio di un disturbo del sonno correlato alla respirazione, queste condizioni sono spesso contrassegnate da disturbi nei modelli di respirazione durante il sonno.

Il tuo partner potrebbe pensare che sia divertente quando inizi a parlare nel sonno o addirittura cammini per la stanza, ma questi casi possono indicare una condizione del sonno diagnosticabile. Le parasonnie includono:

il sesso fa bene all'ansia?
  • Problemi con il ciclo sonno / veglia
  • Sonnambulismo
  • Terrori del sonno
  • Incubi
  • Gambe irrequiete

Questi disturbi dirompenti di solito si verificano durante i risvegli dal sonno REM (movimento rapido degli occhi) o durante il sonno non rapido movimento oculare (NREM) e possono verificarsi durante fasi specifiche del sonno, o quando ci si sveglia o ci si addormenta. Le parasonnie possono essere stressanti sia per la persona che le sperimenta sia per un partner che condivide il letto.

Quali sono alcune cause comuni?

Forse hai sperimentato sonno agitato per tutto il tempo che puoi ricordare. O forse puoi individuare un momento recente della tua vita in cui sono iniziati i tuoi problemi di sonno. In ogni caso, i disturbi del sonno possono essere causati da una serie di fonti.

'Per alcuni, potrebbe essere dovuto a problemi all'interno dell'ambiente, come dormire in una camera da letto che non favorisce il sonno', dice la dottoressa Rachel O'Neill. 'Per altri individui, i fattori biologici possono contribuire ai problemi legati al sonno.' Ad esempio, alcune condizioni mediche possono causare un sonno problematico.

I problemi di sonno possono anche essere semplicemente causati da un programma di sonno atipico. 'Ad esempio, questo può includere la richiesta di svolgere un lavoro a turni che influisce sul ritmo circadiano dell'individuo', aggiunge la dott.ssa Rachel O'Neill.

Cosa dovresti fare al riguardo?

Forse alcuni di questi punti ti stanno colpendo e stai attualmente rivedendo le ultime notti in cui il sonno era fugace - o forse è successo a malapena. Non perdere la speranza. Ci sono modi in cui puoi trovare aiuto e, nel frattempo, ottenere finalmente un sonno di qualità.

quanto durano gli effetti del gabapentin?

Parla con il tuo dottore

La prima tappa dovrebbe essere quella di vedere un professionista, come il medico. 'Una valutazione completa può aiutare a escludere cause mediche per problemi legati al sonno e può aiutare a determinare il miglior corso di trattamento', consiglia la dott.ssa Rachel O'Neill.

Crea una routine sana

Dopodiché, si tratta davvero di modifiche che puoi apportare nel tuo file routine e le tue abitudini. Il sonno ama una routine, e questo significa attenersi a un orario prestabilito, svegliarsi costantemente alla stessa ora ogni giorno ed evitare distrazioni serali che possono influire sul sonno.

Quando lavori con il tuo medico o un terapista , possono suggerire pratiche che promuovono una buona igiene del sonno. Sii intenzionale con la tua routine del sonno e rendila una priorità assoluta.

Quando si lavora con persone private del sonno, la dottoressa Rachel O'Neill consiglia di mantenere un orario prestabilito, evitare tecnologie come telefoni o TV per almeno un'ora prima di andare a letto e utilizzare la camera da letto solo per dormire e fare sesso.

Non sei solo

Mentre passi un'altra notte a fissare le pale del ventilatore da soffitto che ronzano sopra la tua testa o mordicchiano quel pezzo di torta avanzato, sappi che non sei solo e molte persone là fuori lottano anche con i disturbi del sonno.

La dottoressa Rachel O'Neill afferma che i disturbi del sonno sono 'abbastanza comuni' e la maggior parte delle persone a un certo punto della propria vita lotta per dormire bene, ma ci sono 'cose ​​tangibili' che possono essere fatte per migliorare la qualità del sonno. Quindi, inspira, espira e controlla con un medico o un operatore di salute mentale mentre esplori un piano di trattamento che funziona meglio per te. Esistono programmi terapeutici progettati specificamente per aiutarti a dormire e se sei pronto per iniziare a parlare con un professionista della salute mentale oggi, prova a cambiare il modo in cui dormi.